martedì 9 luglio 2013

Una domenica con le mani in pasta ...

Buona sera a tutti .... la giornata è quasi finita ma ...tra un problema e l'altro solo adesso riesco a fare il mio post del martedì .... anche se settimana scorsa ho saltato. Prometto però che con il materiale che ho raccolto in questi giorni ...sarò un pochino più presente.
Dunque ...veniamo a noi! Anche luglio è iniziato ... il caldo è arrivato con i suoi temporali improvvisi ....lavorare è ormai sempre più faticoso ....
Le ferie però sono ancora molto lontane .... quest'anno agosto qui a casa .... e Sardegna i primi giorni di settembre giusto prima di ricominciare la scuola.
Mi godrò la mia casetta con i mille progetti che ho in mente di realizzare .... e poi 10 giorni di mare giusto per ricaricare le pile in vista di un nuovo anno lavorativo!!!!!
In questo post vi racconto come io e Gianni abbiamo trascorso l'ultima domenica appena passata!
Il tempo non era dei migliori ...uno due temporali, aria proveniente dai monti che non permetteva di stare fuori .... e allora cosa ci siamo inventati?
Una domenica con le mani in pasta per preparare un piatto sardo di cui tutti e sottolineo TUTTI ... andiamo matti:  i mitici culurgiones!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Traduco? Ravioli sardi con ripieno di patate, formaggio e menta caratterizzati da una scenosa chiusura che li rende unici..............
Volete che vi spiego la ricetta?
Io ho imparato a farli durante le mie vacanze in Sardegna dove mia suocera, le mie cognate e nipoti periodicamente si cimentano a prepararli per i pranzi numerosi di agosto ............
Io e Gianni ci siamo organizzati così che quando andiamo in vacanza torniamo con una scorta degli ingredienti che qui non troviamo e grazie al congelatore manteniamo il tutto fino a quando troviamo il giorno giusto per mettere le mani in pasta!

Dunque ecco l'elenco degli ingredienti per il ripieno:

Formaggio a pera ( tipo scamorza fresca) da grattugiare


 Patate da lessare


 Formaggio salato tipico della Sardegna (in sostituzione usare caprini e feta)



Procedimento:
Passare le patate nello schiaccia patate quando sono ancora calde



 e unire il formaggio grattugiato, il formaggio salato, olio soffritto con aglio, un pizzico di zucchero e menta seccata e tritata fine.

 Il risultato è questo ....


Adesso entra in gioco la forza del mio pasta matic in carne e ossa ....


Farina, uova, un pizzico di sale e acqua tiepida ......... e tanta tanta forza per impastare !!!!!



...per ottenere questo risultato ...


Formare delle sfoglie utilizzando la nonna papera .............


Incidere con l'apposito attrezzo o un qualsiasi taglia pasta tondo le sfoglie ottenute ...


posizionare un abbondante cucchiaio di ripieno sopra ogni dischetto e ............


piegando in due il cerchio lasciando il ripieno in mezzo creare questa splendida chiusura!!!
Questo è l'aspetto sicuramente più difficile. E' tutta una questione di schiacciare la pasta e spingerla all'interno, schiacciarla e spingere partendo dal lato destro del semicerchio fino ad arrivare all'altra estremità!
E' più semplice farlo che spiegarlo ma per chi proprio non ci riuscisse si possono sempre chiudere con la forchetta o come gli altri ravioli ..... il gusto non cambia!!!!


Occorre poi tanta tanta pazienza ..... un bel gioco di squadra (stendi la pasta, taglia, riempi e chiudi!!!) e i culurgiones per magia iniziano a riempire uno, due, tre ....vassoi!!!!


 Per arrivare poi a contarne a fine lavoro ben ...300!!!


Vi è piaciuta la mia foto ricetta?
Mi auguro di sì e auguro a voi di poterli assaggiare magari proprio in Sardegna ..........
Per ora il bottino è tutto nel congelatore pronti ad essere buttati in acqua salata e conditi con sugo semplice di pomodoro e basilico ...e una spruzzata di pecorino!
Niente cucito creativo questa volta .........anche se la chiusura dei culurgiones ...è un vero e proprio ricamo sulla pasta!
Al prossimo post ...... con qualche foto scattata in giardino ....
Buona serata...
Baci
Paola

5 commenti:

simona gentile ha detto...

ma che lavoro spettacolare!!!ben 300 complimenti!!!!baci simona

Rosarita ha detto...

gnam gnam......BUONIIIIII

Silvia ha detto...

Sono nata a Anzio, ma nelle mie vene scorre sangue Sardo al 100%. Amo la Sardegna e la sua cucina!!!!
Proverò questa ricetta!!!!

Giulia Cardone ha detto...

Paola
IO HO COMINCIATO LA DIETAAAAAAAAAAAAA
ma come posso non farlo visto che adoro cucinare???

ci provero

un abbraccio

giulia

Simona Aversa ha detto...

Ma sono meravigliosi Paola, ma come si fanno ?? Troppo scenografici, chissà poi che bontà.... Un grande abbraccio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...