giovedì 18 gennaio 2018

Quando nasce un bimbo ...

"A volte non capirò le tue scelte.
A volte non riuscirò a farti cambiare idea.
A volte dovrò lasciarti sbagliare.
A volte dovrò lasciarti cadere.
A volte non potrò seguire i tuoi sogni.
A volte non saremo d'accordo.
Ma non ci sarà mai e poi mai una sola volta in cui non sarò dalla tua parte.
Sarò sempre con te, dalla tua parte ...nella vittoria e nella sconfitta,
perché ogni cosa che fai tu è un po' come se la facessi anch'io...
perché tu sei una parte di me ...la migliore".
 
 
Buon giorno!
Oggi ho voluto iniziare questo post con questa splendida poesia che ho trovato per caso in internet e che riguarda l'essere madre ...
In questo periodo alcune creative che seguo hanno avuto i loro piccoli ...e immancabilmente tornano alla mente quei momenti che anch'io, aimè ormai un po' di anni fa, ho vissuto.
Quante paure, quante emozioni nuove, quante scoperte ogni giorno ...
 
Poi il tempo passa e col diventare grandi dei figli si imparano un sacco di cose, le esperienze vissute per loro e con loro diventano un bagaglio di emozioni, di sentimenti, di ricordi che ci accompagneranno per tutta la vita.
 
I problemi cambiano ..."crescono" ...come crescono i figli.
E alcune volte torneresti volentieri alle notti in bianco, alla mancanza di sonno e di tempo ...invece di scontrarti coi problemi dell'età dell'adolescenza o della giovinezza.
 
Non è facile fare il genitore ...e questo lo si capisce solo vivendo da genitore ...
 
Ma la cosa fondamentale per me, e che ho sempre cercato di mettere in pratica, è che i figli sentano sempre la nostra presenza al loro fianco.
Nei momenti sì e in quelli invece dove è più difficile parlare e trovare una soluzione.
Dove il dialogo non è sempre facile ...dove l'irruenza dell'essere giovani cozza con l'esperienza di chi ci è già passato.
Non è sempre facile ma è una fatica che ripaga poi alla lunga ...
 
Come è giusto che sia però quando nasce un bimbo ... si rimandano questi pensieri profondi e si vive la magia del momento che inizia quando si scopre che un bimbo sta per arrivare fino al giorno della sua nascita.
 
Si fanno mille preparativi ...e in questi ultimi mesi sono stata chiamata a preparare il nido per un piccolo principino.
 
Mi sono cimentata in progetti mai realizzati prima e devo dire che i risultati mi hanno entusiasmata.
Chi mi segue su Instagram ha già potuto vedere queste creazioni mano a mano che le realizzavo ...per gli altri eccole qui!


Foto di Simona

Per il lettino del piccolo Enea, mamma Simona ha scelto un paracolpi a nuvolette.
Queste sono state realizzate in piquet bianco a piccoli pois ecrù da un lato e cotone ecrù con stelline bianche dall'altro.


Sempre per il lettino ecco un riduttore per i primi tempi, dei cuscini a tema animali e tante stelline con le stoffe utilizzate per l'intero lavoro da appendere a ghirlanda su un lato del lettino.


Il fiocco nascita per annunciare l'arrivo del piccolo.

 
...e per abbellire l'albero durante le feste, aspettando la nascita, questo fiocco in  panno con gessetto dipinto!
 
Mi sono molto divertita ...tanto che mi è rimasta la voglia di creare per i più piccoli.
Durante le feste di Natale ho riordinato il mio laboratorio e, mettendo a posto le stoffe, mi sono accorta che ne ho davvero molte ...
Ho pensato quindi di utilizzarle per creare una linea bimbi e oggi vi mostro i primi elementi di questo nuovo progetto.
 
 
Ecco qui la sacca nanna con pochette abbinata.


La sacca nanna non è altro che un sacchetto con chiusura a coulisse, in questo caso realizzato con la tecnica del patchwork, riutilizzabile come porta pigiamino da legare al lettino o per contenere i piccoli giochini personalizzabile anche con il nome dipinto volendo ...


...ma che inizialmente serve a contenere una morbidissima copertina.

 

Tantissimi quadretti di cotone nei toni dell'azzurro e tortora sul davanti e morbido pile sul retro.

 
Naturalmente, come tutte le mie creazioni, è possibile scegliere il colore per la realizzazione sia della copertina che della pochette e della sacca nanna.
 

L'interno della pochette è lo stesso di quello del sacchetto ...sempre nei toni dell'azzurro e sul davanti presenta un'impuntura a cuore oltre che un inserto patchwork con quadretti più piccoli rispetto alla copertina.



 
 
 

Sull'onda dei colori tenui e delle atmosfere baby ...ho dipinto due cartoline con gli acquerelli.
Chi sceglierà una mia copertina con pochette, magari per un dono da fare o da farsi ...riceverà in omaggio una cartolina da incorniciare e appendere in cameretta o da utilizzare come biglietto in caso di dono ad altri.
 
Bene! Che ne pensate?
Aspetto i vostri messaggi ...e per ora vi saluto.
A presto
Paola




martedì 9 gennaio 2018

Iniziamo il 2018 con la scelta della parola dell'anno!

Buon giorno a tutti e innanzitutto buon anno.
Con qualche giorno di ritardo eccomi a farvi gli auguri per questo nuovo anno appena iniziato e già carico di aspettative e buoni propositi.
Come ogni anno arrivo sfinita a dicembre dove le corse del mese più bello, ma decisamente più impegnativo dell'anno, si fanno sentire.
Dopo le giornate canoniche di festa mi sono concessa un periodo di disintossicazione dai social e dal computer in genere.
Per qualche giorno, corrispondenti ai giorni di festa dove ho privilegiato lo stare in famiglia, l'oziare sul divano, stare insieme più tempo possibile alle persone che amo, ...niente post su Instagram, condivisioni su Facebook e pausa da tutto quello che tecnologicamente parlando ci fa restare connessi ormai tutto il giorno.
Ammiro e un po' li guardo con  invidia tutti coloro che postano foto stupende ogni giorno, raccontano giornalmente attimi della loro vita, propongono progetti, loro creazioni ...apparentemente senza metterci tanta fatica ....e mi chiedo se sono io che non so tenere tutto sotto controllo o se ...queste persone abbiano aiuti vari che permettano loro di dedicarsi anima e corpo a questa loro attività social!
Sicuramente ci vuole una buona dose di programmazione ...di ordine nelle idee, nei progetti, in quello che si vuole fare.
Ma c'è sempre, almeno parlo per me, ...una buona dose d'imprevisto. La cosa che non ti aspettavi, che non avevi programmato e che puntualmente arriva e scombussola i piani.
Quindi come ogni anno, nel mio periodo di ozio mentale del dopo Natale ...oltre a fare la lista dei buoni propositi (quelli li faccio sempre ...poi mi perdo per strada!) ho pensato a come organizzarmi al meglio in questo 2018.
Agende mensili ma anche settimanali e giornaliere, planning dell'anno riordino del mio laboratorio, soprattutto della parte dedicata all'ufficio,.... e chi più ne ha più ne metta!
Quando tutto è stato pronto mi sono dedicata, come fatto già l'anno scorso, alla scelta della parola  per il mio 2018.
Per me il 2017 è stato l'anno della consapevolezza parola che avevo scelto dopo una profonda analisi su ciò che avrei voluto raggiungere e che in parte ho ottenuto.
Quest'anno, dopo essere diventata consapevole di un bel po' di cose e aver cercato di agire di conseguenza negli ultimi 12 mesi, la parola che mi accompagnerà e che cercherò di fare mia in ogni istante sarà ..........COSTANZA!

 

L'ho già scritta, stampata e incorniciata proprio sopra il monitor del computer affinché sia ben visibile ogni giorno.
Ma costanza in che senso? ...Costanza in cosa?
In tutto vi rispondo, cercando di spiegarvi al meglio cosa intendo.

Parto dal presupposto che io non sono mai stata costante nella mia vita...e sarà quindi per me difficile mettere in pratica questo buon proposito.
E' sempre stato così ...non mi fate fare ogni giorno le stesse cose ...perché perdo le motivazioni per strada e dopo l'entusiasmo iniziale ...tutto svanisce.
Che si tratti dell'esercizio fisico, della dieta, della cremina miracolosa per le rughe e di tutto ciò che richiede una scadenza ben precisa ...io non ci riesco proprio.
E allora?, mi potreste obbiettare, perché hai scelto questa parola?
Perché la sfida è sconfiggere o attenuare questo mio difetto per riuscire in progetti che mi sono imposta per il nuovo anno.
Primo fra tutti il tornare a scrivere con una certa regolarità, appunto con costanza, su questo mio blog che tanto amo e che l'anno scorso ho proprio strapazzato e trascurato.
L'anno in cui ho scritto meno post in assoluto da quando l'ho aperto, l'anno in cui vi dicevo che sarei tornata presto e poi ...
Il 2017 è stato si l'anno della consapevolezza ma è stato comunque un anno difficile ...
Tante cose che si sono concatenate e che hanno reso difficile ciò che prima non lo era, che mi ha imposto delle scelte a volte dolorose ma necessarie, che mi ha fatto preoccupare per la salute di chi fa parte della schiera più intima dei miei affetti, che mi ha posto dinnanzi a delle priorità ...
Ecco allora la ricerca della costanza nel tornare a scrivere settimanalmente una pagina di diario e condividerlo con voi.
Vorrei tornare come l'anno scorso a iniziare ogni mio post con una frase ...una di quelle che mi colpiscono e lasciano qualcosa nel cuore dopo averle lette magari sulla bacheca di facebook, su un profilo Instagram, in un libro ...
e mi piacerebbe che chi mi legge condividesse i suoi pensieri in merito così per creare un contatto che va oltre il farvi vedere le mie creazioni, i lavori che mi commissionano.
Il blog per me è innanzi tutto il diario della mia vita ...questo richiede del tempo e il problema forse è solo questo ...ritagliarsi del tempo per se, per le proprie emozioni, per il proprio star bene.
Con costanza appunto ....
Oltre al blog cercherò la costanza nell'obbiettivo di buttar giù qualche chilo accumulato in questi anni presi troppo di corsa, dedicandomi maggiormente alla cura della mia persona e del mio io più profondo.
Costanza nella creatività, che è poi l'arma che utilizzo per affacciarmi al mondo social , ringraziando sempre chi si rivolge a me per le proprie ricorrenze.
Insomma come ogni anno di carne al fuoco ne metto molta ...poi vediamo come va a finire.

Ma partiamo allora con il primo post vero e proprio ...

"Ogni circostanza
è un dono
e in ogni esperienza
si cela
un tesoro"
 
 
Inizio col raccontarvi delle mie Feste che sono trascorse nella più assoluta tranquillità cercando di rispettare le tradizioni e dando la priorità agli affetti.
Così c'è stata la scelta dei regali che ho cercato di personalizzare al massimo per tutte le persone a cui ho voluto fare un dono.
C'è stata la trippata la cena della vigilia di Natale e poi la Messa tutti insieme.
Il pranzo a casa nostra il 25 dove la nostra famiglia allargata (sempre di più) si è ritrovata mangiando, giocando e stando insieme ..., dove la magia del Natale dei piccoli è stata rivissuta grazie alle mie nipotine, dove mi sono adoperata in cucina per preparare qualcosa di inusuale ma che mi riportava col ricordo alla mia nonna Amalia ...
Un S. Silvestro passato in ottima compagnia con una coppia di amici storica e poi giornate di relax davanti alla tv , di lavoro nel riordinare casa e laboratorio, di passeggiate nelle giornate fredde d'inverno.
Doni fatti e doni ricevuti ...ma oggi vi voglio parlare del dono che forse più di tutti considero "dono".
 
Giusto qualche giorno prima di Natale ho ricevuto la solita lettera dall'associazione cui sono legata da anni che tratta adozioni a distanza: actionaid.
Sono anni che io e la mia famiglia devolviamo una cifra annuale per far si che un bimbo in qualche parte del mondo riceva la giusta educazione, la giusta alimentazione e, restando inserito nel proprio contesto famigliare, cresca al meglio.
La lettera mi informava che il ragazzo seguito negli ultimi anni aveva ormai raggiunto il limite d'età per restare inserito nel progetto e mi informava che comunque Rozi Murad , il nostro "piccolo" dall'Afghanistan, aveva raggiunto la sua autonomia riuscendo a lavorare per se e per la propria famiglia.
Un velo di tristezza mi ha pervasa. In passato prima di Rozi Murad ci era stata affidata una bimba in Brasile e una lettera come quella di quest'anno mi informava che purtroppo sarebbe stato impossibile continuare l'adozione a distanza perché la bambina era divenuta irrintracciabile ...(sappiamo bene che fine fanno le bambine in quei paesi).
Ora era diverso ...il mio compito questa volta era stato esaurito e il mio aiuto andato a buon fine ...ma mi spiaceva staccarmi da questo ragazzo conosciuto bambino tramite le sue lettere e i suoi disegni...
La lettera però conteneva un enorme dono ...
c'era qualcuno che aveva ORA bisogno del nostro supporto, della nostra presenza a distanza ...così nell'ultima pagina era inserita la scheda di una nuova bimba ...
 
 


Sono stata rapita dagli occhioni di questa piccola nata nel 2013 sempre in Afghanistan.
Nazia il suo nome con questo musino serio ma allo stesso tempo dolcissimo.
E' stato Amore a prima vista ...e soprattutto un dono inaspettato arrivato nel momento in cui, il Natale appunto, si torna a riflettere maggiormente sui veri valori da inserire nella propria quotidianità.

La foto è stata lì ben visibile durante tutte le feste, vicino all'albero proprio come si fa per i doni ...tra le lucine simboleggiando la luce che il nostro piccolo contributo può essere per questa bimba e la sua famiglia.

Da oggi padroneggia in questa cornice che aspettava la foto giusta per essere appoggiata in un posto ben visibile ...a ricordarci che il Natale vero, quello che nasce dal cuore è il donare a chi ne ha veramente bisogno ...esperienza che poi ti ripaga come un grandissimo tesoro.

Questo uno squarcio delle mie feste, dei miei sentimenti, delle mie emozioni ...

Ancora buon inizio anno.

Paola




martedì 21 novembre 2017

Due chiacchiere e ...l'ultima cerimonia di questo 2017!

"La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia."
 
 
 
 
Manca sempre meno a questo Natale che sta arrivando galoppando.
 
Purtroppo una serie di "problemini" mi hanno tenuto lontana dal mio appuntamento settimanale del blog.
Guardando indietro questo è stato l'anno in cui ho scritto meno post sul mio diario virtuale ...
Nella lista dei buoni propositi per l'anno nuovo c'è senz'altro ai primi posti una maggiore organizzazione ...perché aimè mi sono lasciata un po' andare.
 
Come  ho scritto nella frase di apertura bisogna imparare a ballare sotto la pioggia...perché purtroppo la vita è un susseguirsi di tempeste più o meno forti, di temporali più o meno potenti ...
Di giornate uggiose dove alcune volte è pesante guardare avanti senza lasciarsi scoraggiare ...
Le giornate di sereno in confronto sono una minima parte e allora bisogna imparare ad affrontare ogni giorno con la speranza in un futuro migliore e col sorriso perché in fondo ...anche nel periodo più nero ...può esserci un qualcosa di positivo...un'amica che ti stà particolarmente vicino, la famiglia unita, il sorriso e la gratitudine di chi conta su di te.
Nel mio caso ...nessun uragano ...ma forti temporali che a volte disarmano e lasciano qualche pensiero.
Così per carattere, mi chiudo un po' a riccio e aspetto l'evolversi delle cose tralasciando alcuni aspetti della mia quotidianità.
Il blog purtroppo ne ha risentito ...e so di averlo detto più volte ultimamente ...
Il 2017 diciamo è stato un anno "faticoso" ...che mi ha portato a dei cambiamenti ...
Finalmente ho stabilito una priorità delle cose nella mia vita ...o almeno ci provo e ho rallentato i tempi.
Quando non mi sento di scrivere non scrivo, quando decido di fermarmi ...mi fermo.
Ne va della mia salute, della serenità della mia famiglia oltre che della mia ...
Però con l'arrivo dell'anno nuovo mi trovo come sempre a pensare a come vorrei trascorrere i prossimi mesi, pianificando al meglio impegni e svaghi, lavoro e hobby ....
Il blog tornerà sicuramente ad avere un ruolo importante ...ci stò lavorando!
 
Ma veniamo a noi.
Voi come state? Avete iniziato i preparativi per il Natale?
Io ho già fatto qualche lavoro ...magari anticipato come sempre su Instagram ... ho mille progetti in testa ...vedremo cosa riuscirò a fare!!!!!!
 
Vi avevo detto, l'ultima volta che ho scritto ,che lo stesso giorno del battesimo della piccola Marta (vedi post precedente) c'era stata un'altra cerimonia per la quale avevo creato le bomboniere.
 
Si tratta della Cresima di Ester che ha scelto i miei sacchettini-coulisse  con la colombina in gesso.

 
 

Panna, ecrù , bianco e rosso sono i colori di questo lavoro ...

 
con un tocco di argento per i copri nodi ...!


Sacchettone porta confetti come sempre omaggio de "Le creazioni di Paola" per le clienti che scelgono le mie bomboniere tutte assolutamente personalizzabili!


 




 





E con la mia solita carrellata di foto per ora vi saluto.
 
Vi auguro degli ottimi preparativi per le feste ...
 
Foto presa dal web
 

 
Un caro abbraccio...
Paola





martedì 31 ottobre 2017

E anche ottobre se ne va ...

 
" La brutta notizia è che il tempo vola.
La buona è che il pilota sei tu."
                                                                        M. Altshuler
 




Foto dal web
 
 
E anche ottobre se ne va.
 
Neppure il tempo di girare il foglio del calendario e siamo già all'ultimo giorno del mese.
Un mese di ottobre , il mio, decisamente colmo di avvenimenti e di impegni che forse hanno accelerato maggiormente lo scorrere ...anzi il volare via dei giorni.
 
La frase con cui ho aperto questo post dice già tutto da se ...ma mi è particolarmente piaciuta, appena l'ho scovata su Pinterest, ...perché mi ricorda che io devo comunque ricordarmi di tenere il comando della situazione e non lasciare mai che la frenesia della nostra vita moderna ...prevarichi su ciò che voglio realmente dalle mie giornate.
Non è sempre facile ma ...ci provo a pilotare la mia vita nella direzione prefissata.
La pensate anche voi così?
 
Vi dicevo, questo mese ho partecipato a due fiere, ...le più grosse forse, e sono stata impegnata come sempre allo stend de La bottega delle idee a Bergamo e a Vicenza.
 
Ringrazio ancora le persone che sono passate a salutarmi e alle nuove conoscenze fatte grazie ai social che rendono tutto  molto più veloce e facile da organizzare.
 
Poi ci sono state due cerimonie da preparare e altri lavoretti che mi hanno tenuta in laboratorio ...aimè con fatica ...  perché questo bellissimo, quanto insolito, clima invita a stare ancora fuori.
Anche se abito in montagna nel mio orto maturano ancora i pomodori, ci sono ancora i fiori ai davanzali e l'aria è decisamente primaverile se non contiamo le prime ore della giornata e quelle serali.
Da quando è cambiata l'ora si avverte un pochino di più l'arrivo dell'autunno ...ma questo ottobre è stato decisamente inconsueto e ci ha regalato ancora tante ore all'aria aperta.
 
Oggi allora inizio a mostrarvi il lavoro fatto per il Battesimo della piccola Marta.
Mi è stato chiesto di confezionare delle scatole contenenti delle bomboniere scelte dalla mamma ...ed è nata questa confettata dai colori molto tenui ...
 
 
 

Ecrù, rosa e bianco sono i colori della carta di riso e della stoffa, dei nastri e dei gessetti profumati alla fragranza del muschio bianco ...





Tre modelli di gessetti scelti per distinguere il contenuto delle scatole ...applicati su piccoli sacchettini in misto lino ecrù a  pois bianchi.


...e poi tanti sacchettini con i cavallucci a dondolo per i confetti da donare ad amici e conoscenti.


 




Come è mia abitudine amo ringraziare chi si rivolge a me per le proprie ricorrenze con un dono che ricordi il passaggio da "Le creazioni di Paola".

Ecco allora un quadretto per la cameretta di Marta con un gessetto-orsetto dipinto e tante stelline a circondare il nome della piccola.







Mi sono molto divertita a confezionare questa confettata e il lavoro è stato apprezzato!
Grazie ancora  Maristella per esserti rivolta a me in questo giorno importante per la vita della sua piccola principessa.

Lo stesso giorno del Battesimo di Marta c'è stata anche un'altra cerimonia ...
...ma questa ve la mostrerò la prossima volta!

A presto
Paola

P.S. ...oggi è anche la festa di halloween ...una festa che non amo particolarmente ...
Dolcetto o scherzetto? ...io dolcetto ho preparato una buonissima torta con la zucca ...giusto per restare in qualche modo al passo coi tempi!

Ciaoooooooo


lunedì 2 ottobre 2017

Eccomi ...non sono sparita!

 
No! Non ci posso credere ...una vera vergogna ...
Settembre è passato senza neppure fare un post! Povero il mio blog ...
 
Pazienza ...diciamo che questo rientro alle attività dopo le ferie è stato più problematico che mai.
Niente di grave ma settembre è da sempre il mese più tosto dell'anno.
Si rientra dalle ferie, dai ritmi un pochino più blandi, dal mare o dalla montagna ...e subito si è catapultati nel ritorno al lavoro, l'inizio delle scuole, gli acquisti del materiale necessario,i nuovi orari da memorizzare, i pasti da preparare agli orari più impensati, i viaggi casa-scuola e viceversa ...più volte al giorno per mancanza dei mezzi o perché gli orari non coincidono ...
E poi la casa , il cambio degli armadi, mille cose da sistemare, il giardino da preparare per l'inverno, gli ultimi prodotti dell'orto da utilizzare o mettere via per scorta,.... insomma sta di fatto che settembre è passato e non me ne sono neppure accorta.
Ho anche molto lavorato per i vostri ordini ...e quindi adesso mi rifarò con dei post che mostreranno quanto fatto in questo ultimo periodo.
 
E a voi le vacanze sono andate bene?
 
Io il mese di agosto l'ho dedicato al restyling della mia casa.
Ho ridipinto le pareti di quasi tutti i locali e tranne le camere delle ragazze , dove ognuna di loro ha scelto il proprio colore, il resto l'ho fatto di un bellissimo verde salvia che ha portato una ventata di freschezza.
 




 
E' stato un lavorone che ho iniziato sola, visto che Gianni ha lavorato sino al 13, e che poi abbiamo terminato insieme...ma che mi ha dato tantissima soddisfazione.
 
Poi siamo stati una settimana all'isola d'Elba ...dove l'unica parola ammessa è stata relax.
Anche qui ci siamo divertiti molto e ...purtroppo è passato tutto troppo presto!
 
 



 
Ma veniamo a noi ...partiamo col primo lavoretto fatto al rientro dalle ferie.
Tempo di ritorno a scuola e di inizio del percorso formativo per altri.
Ecco quindi un set asilo per la piccola Sveva che inizia la scuola materna  ... e che ha come contrassegno la coccinella!
 
 

Colori sgargianti, come è nelle corde della mamma che mi ha contattato ormai più volte per bomboniere e prodotti vari, per  il set composto da zainetto, bavaglino, tovaglietta e due asciugamani.


Su tutti gli elementi del set una coccinella e il nome della piccola.













Mi sono molto divertita con applicazioni in stoffa e colori per dipingere ...è stato un ritorno al passato quando preparavo l'occorrente per le mie figlie.
Fatemi sapere se è piaciuto anche a voi!

Vi saluto e vi ricordo che questa settimana ci sarà la fiera Creattiva di Bergamo da giovedì 5 a domenica 8 ottobre.
Se ci andrete passate a salutarmi io sarò allo stend de " La bottega delle idee".
Ciaooooo
Paola

 


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...